Company name: Dynamic Solutions s.r.l.
Address: VIA USODIMARE 3 - 37138 - VERONA (VR) - Italy

E-Mail: [email protected]

Come l’incontro con Papa Francesco sta ridefinendo l’educazione finanziaria in Italia

Scopri come la FEduF, in udienza privata dal Santo Padre, sta promuovendo una nuova cultura economica e sostenibile per giovani e adulti.
  • Il 24 giugno 2024, una delegazione della FEduF è stata ricevuta in udienza privata da Papa Francesco.
  • La FEduF supporta le istituzioni italiane nella diffusione di una nuova cultura di cittadinanza economica, ispirandosi all'art. 47 della Costituzione.
  • Sotto la gestione di Mario Alberto Pedranzini, la Banca Popolare di Sondrio ha incrementato i finanziamenti da 2,5 a oltre 33 miliardi di euro.

Il 24 giugno 2024, in occasione del decimo anniversario della costituzione della Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio (FEduF), una delegazione della fondazione è stata ricevuta in udienza privata da Papa Francesco presso la Biblioteca privata del Palazzo Apostolico. La delegazione era guidata da Mario Alberto Pedranzini, vice presidente della FEduF, e includeva Franco Ferrarini, membro del consiglio, Giovanna Boggio Robutti, direttrice della fondazione, Umberto Filotto, presidente del Comitato Scientifico, e Massimo Lapucci, membro dell’Advisory Board.

Il 1° luglio, Marco Elio Rottigni assumerà il ruolo di Direttore Generale dell’Associazione Bancaria Italiana. Durante l’incontro, Pedranzini ha dichiarato: “Esporre a Papa Francesco le finalità della FEduF, costituita dal presidente dell’ABI, cavaliere del lavoro dottor Antonio Patuelli, è stato un momento emozionante, e il caloroso incoraggiamento del Santo Padre a proseguire nel percorso intrapreso è stato molto significativo”.

La FEduF, costituita dall’ABI nel 2014, è un soggetto senza scopo di lucro che supporta le istituzioni italiane nella diffusione di una nuova cultura di cittadinanza economica. La fondazione svolge attività su tutto il territorio nazionale per aiutare giovani e adulti a sviluppare una relazione informata e consapevole con il denaro e il risparmio, strumenti indispensabili per la sostenibilità economica e il benessere sociale. La FEduF ispira il proprio lavoro ai diritti costituzionali, in particolare all’art. 47 sulla tutela del risparmio, e ai valori etici di legalità, equità e inclusione.

Stabilità e Collaborazione con Unipol

Durante un incontro organizzato da Assopopolari, Mario Alberto Pedranzini, direttore generale e consigliere delegato della Banca Popolare di Sondrio, ha sottolineato come la presenza del socio Unipol abbia conferito stabilità alla base sociale della banca, permettendo di guardare al medio e lungo periodo. Pedranzini ha ricordato che la banca è stata obbligata a trasformarsi in società per azioni dalla legge e che, nonostante alcuni abbiano tentato di speculare su questa trasformazione, la collaborazione con Unipol, che dura da 15 anni nella distribuzione di prodotti assicurativi, ha fornito una matrice di cooperazione solida e affidabile.

Onorificenza di Cavaliere del Lavoro

Il 19 ottobre 2023, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha conferito l’onorificenza di Cavaliere del Lavoro a Mario Alberto Pedranzini, consigliere delegato della Banca Popolare di Sondrio, per l’eccellente attività imprenditoriale e manageriale e per l’attenzione alla responsabilità sociale d’impresa. La cerimonia si è svolta al Quirinale, dove Pedranzini ha ricevuto il riconoscimento per l’impegno dell’istituto durante la pandemia da Covid-19, che ha visto l’erogazione di 28.000 finanziamenti a famiglie e imprese per un totale di 3,2 miliardi di euro e l’attivazione di sospensioni e moratorie su oltre 24.000 prestiti.

Sotto la gestione di Pedranzini, la Banca Popolare di Sondrio ha sviluppato una presenza territoriale significativa, passando da 107 a 500 sportelli, e ha visto una crescita della raccolta diretta e indiretta da 8 a 83 miliardi di euro, con un incremento dei finanziamenti da 2,5 a oltre 33 miliardi di euro, il 90% dei quali destinati all’economia reale. La banca è presente in Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria, Veneto, Trentino Alto Adige, Emilia Romagna e Roma, con oltre 150.000 azionisti e un milione di clienti. Il numero di dipendenti è cresciuto da 1.270 a 3.470.

Pedranzini è entrato nell’istituto di credito nel 1977, assumendo incarichi di responsabilità dal 1997 come direttore generale e dal 2012 come consigliere delegato. Negli anni Novanta ha posto le fondamenta per la costituzione della Banca Popolare di Sondrio SA di Lugano, attiva nei servizi di intermediazione creditizia, gestione patrimoniale e negoziazione di valori mobiliari. Dal 2014 è presidente della banca svizzera, che ha raggiunto un attivo di oltre 6,5 miliardi di CHF, con 21 sportelli in otto cantoni e una succursale a Monaco. Nel 2010 ha guidato l’ingresso della Banca Popolare di Sondrio nel settore del factoring con l’acquisizione del 60,5% di Factorit, e nel 2022 ha completato l’acquisizione del restante 39,5% da BPM. Il processo di consolidamento è proseguito con l’acquisizione della Banca della Nuova Terra, di Prestinuova e del 37% di Arca Holding, rafforzando la presenza nei settori del credito agroindustriale, dei finanziamenti, del credito al consumo e del risparmio gestito.

Bullet Executive Summary

La recente udienza privata da Papa Francesco, la collaborazione con Unipol e l’onorificenza di Cavaliere del Lavoro conferita a Mario Alberto Pedranzini sono eventi che sottolineano l’importanza delle nuove strategie bancarie e dei movimenti a livello dirigenziale nel panorama bancario moderno. Questi sviluppi evidenziano come la Banca Popolare di Sondrio stia adottando un approccio proattivo e sostenibile per affrontare le sfide del settore finanziario.

In un contesto in cui le banche devono continuamente adattarsi alle nuove normative e alle esigenze dei clienti, la stabilità offerta da partnership strategiche come quella con Unipol e il riconoscimento delle eccellenze manageriali sono elementi chiave per il successo a lungo termine. La FEduF, con il suo impegno nella diffusione di una cultura economica consapevole, rappresenta un esempio di come le istituzioni finanziarie possano contribuire al benessere sociale attraverso l’educazione e la responsabilità.

In conclusione, riflettiamo su come le nuove strategie bancarie e i pagamenti digitali stiano trasformando il settore finanziario. La capacità di adattarsi e innovare è fondamentale per rimanere competitivi e rilevanti. La collaborazione tra banche e altre istituzioni, come nel caso di Banca Popolare di Sondrio e Unipol, dimostra che l’unione di competenze e risorse può portare a una maggiore stabilità e crescita. Inoltre, il riconoscimento delle eccellenze manageriali, come nel caso di Mario Alberto Pedranzini, sottolinea l’importanza di una leadership forte e visionaria per guidare le banche verso un futuro sostenibile e prospero.


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *