Company name: Dynamic Solutions s.r.l.
Address: VIA USODIMARE 3 - 37138 - VERONA (VR) - Italy

E-Mail: [email protected]

Importante: la Banca di Credito Popolare approva il bilancio 2021 e distribuisce dividendi record

L'Assemblea Ordinaria dei Soci approva il bilancio 2021 con un utile netto di €3,1 milioni e un dividendo lordo di €0,16 per azione, evidenziando una solida crescita nonostante le sfide economiche.
  • L'utile netto del 2021 è stato di €3,1 milioni, con una crescita significativa rispetto agli anni precedenti.
  • È stato deciso un dividendo unitario lordo di €0,16 per azione, mostrando un forte impegno verso gli azionisti.
  • La BCP ha registrato una crescita degli impieghi in bonis alla clientela del 8,6% e una raccolta diretta in aumento del 12,6%.

Il 30 aprile si è tenuta l’Assemblea Ordinaria dei Soci della Banca di Credito Popolare (BCP), durante la quale è stato approvato il bilancio d’esercizio al 31 dicembre 2021. L’utile netto registrato è stato di €3,1 milioni, con indici di solidità patrimoniale superiori rispetto ai requisiti della Banca d’Italia. L’Assemblea ha deliberato la distribuzione di un dividendo unitario lordo di €0,16 per ciascuna azione in circolazione. Inoltre, è stato eletto l’intero Collegio Sindacale e il Collegio dei probiviri per il triennio 2022-2024, con la nomina della dott.ssa Rosa Cocozza come nuovo Presidente del Collegio Sindacale.

Il Presidente Mauro Ascione ha comunicato all’Assemblea che la Banca ha redatto la Dichiarazione Non Finanziaria 2021, evidenziando l’impegno sulle tematiche ESG e la realizzazione di numerosi progetti a favore dell’ambiente, della comunità e del territorio. “Ringrazio i Soci per la diffusa partecipazione e il Consiglio per l’apprezzamento espresso al Direttore Generale Felice Delle Femine e ai dipendenti della banca per gli ottimi risultati conseguiti e il consueto impegno profuso,” ha dichiarato Ascione al termine della riunione.

Bilancio 2021 e Prospettive Future

Il direttore generale della BCP, Felice Delle Femine, ha tracciato un bilancio del triennio trascorso, sottolineando come l’istituto abbia rafforzato il proprio posizionamento e assicurato sostegno al territorio, preparandosi alle nuove sfide. “Chiudiamo un anno di significativa crescita economica, nonostante l’impatto della pandemia e i maggiori costi per l’approvvigionamento delle materie prime,” ha affermato Delle Femine. Il bilancio 2021 si è chiuso con un utile netto di €3,1 milioni, con una proposta di distribuzione di un dividendo unitario di €0,16 per ciascuna azione e la destinazione di €150 mila al fondo beneficenza.

Nel 2021, la BCP ha registrato una crescita degli impieghi in bonis alla clientela del 8,6% e una raccolta diretta in aumento del 12,6%. Questi risultati completano il piano triennale avviato nel 2018, basato sulla generazione di valore interno e il raggiungimento di obiettivi di rafforzamento e rilancio. La BCP ha dimostrato solidità e liquidità, con indicatori di riferimento LCR e NSFR pari al 208% e al 126%, valori superiori ai requisiti regolamentari del 100%. Inoltre, l’istituto ha raggiunto gli obiettivi di derisking dal Piano NPL, con un miglioramento dell’NPL ratio netto pari al 5,3%.

Approvazione del Bilancio 2020 e Nuove Politiche di Remunerazione

Il 10 giugno si è tenuta la seconda convocazione dell’Assemblea Ordinaria dei Soci della BCP, durante la quale è stato approvato il bilancio dell’esercizio 2020, che si è chiuso con un utile netto di €5,5 milioni. Gli indici di solidità patrimoniale, CET 1 e TCR Phased-in, sono cresciuti al 16,20% rispetto al 14,02% di fine 2019, valori superiori al requisito regolamentare “SREP” del 12,95% fissato dalla Banca d’Italia.

L’Assemblea ha deliberato per l’esercizio 2021 un sovrapprezzo di €19,22 da versare, al valore nominale di €2,58, per ogni nuova azione emessa, per un totale di €21,80. È stata approvata una nuova Policy sulle “Politiche di remunerazione e incentivazione” che recepisce le novità della direttiva UE 2019/878 (Capital Requirements Directive CRD V) e le proposte di revisione degli orientamenti sulle politiche e prassi di remunerazione dall’EBA. Inoltre, è stata approvata l’operazione di riallineamento tra valori civilistici e fiscali con l’applicazione dell’imposta sostitutiva del 3% prevista dal comma 4 dell’articolo 110 del D.L. 104/2020.

Lettera dei Soci Azionisti e Preoccupazioni sul Valore delle Azioni

Alcuni soci azionisti della BCP hanno espresso perplessità riguardo alla continua diminuzione del prezzo delle azioni e l’impossibilità di venderle, come evidenziato in un articolo dell’Aduc. In una lettera inviata alla redazione di TVCITY, i soci hanno manifestato preoccupazione per il crollo del valore dell’azione, quotata al mercato HI-MTF. La quotazione, proposta dal Cda e approvata a maggioranza il 30 giugno 2018, ha visto il prezzo delle azioni scendere a causa della mancanza di domanda e interesse per l’acquisto.

I soci hanno sollevato diverse ipotesi per spiegare la discesa del prezzo delle azioni, tra cui le eccessive perdite di €28 milioni del 2017, la sfiducia dei compratori rispetto alle prospettive della BCP, la mancanza di rappresentanti dei soci di minoranza nel consiglio di amministrazione, la drastica riduzione del numero delle banche popolari in Italia e la mancanza di conoscenza del piano industriale da parte dei soci. In particolare, l’ultimo piano triennale presentato ai soci risale al 2017 e non conteneva indicazioni sulla politica di distribuzione dei dividendi, con un ROE previsto intorno all’8%.

Bullet Executive Summary

In conclusione, la Banca di Credito Popolare ha dimostrato una notevole capacità di adattamento e resilienza nel corso degli ultimi anni, raggiungendo importanti obiettivi di solidità patrimoniale e sostenibilità. L’approvazione del bilancio 2021 e le nuove politiche di remunerazione rappresentano passi significativi verso un futuro di crescita e stabilità. Tuttavia, le preoccupazioni dei soci azionisti riguardo al valore delle azioni evidenziano la necessità di una strategia di rilancio più trasparente e inclusiva.

Nozione base: Le nuove strategie bancarie spesso includono l’adozione di tecnologie digitali per migliorare l’efficienza operativa e la soddisfazione del cliente. Questo può comportare l’implementazione di piattaforme di pagamento digitali e l’uso di analisi avanzate per personalizzare i servizi offerti.

Nozione avanzata: I movimenti del personale a livello C-level, come la nomina di nuovi direttori generali o presidenti, possono avere un impatto significativo sulla strategia e sulle operazioni di una banca. Questi cambiamenti possono influenzare la cultura aziendale, la gestione del rischio e l’approccio all’innovazione, determinando il successo a lungo termine dell’istituto.


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)

2 commenti

  1. Vero, ma guardiamo i numeri. Un utile netto di €3,1 milioni è comunque inferiore rispetto all’anno precedente. Non mi sembra un segno di enorme prosperità… bisogna essere realistici. 🤔

  2. Beh, finalmente una banca che dimostra trasparenza e buoni risultati! Complimenti alla dirigenza per aver navigato in queste acque difficili. L’utile netto e i dividendi sono sicuramente un segno positivo. 😊

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *